Miniature in resina e potenziale commercializzazione

In questp Forum, Andrea Bellarte, alias maverick, presenterà le sue nuove serie di miniature in 15mm ma anche lavori inediti, incompiuti, idee e progetti che riguardano il mondo delle miniature.
Proposte, consigli, o domande sulla scultura di figurini saranno sempre ben accette

Moderatore: maverick

Autore
Messaggio
Avatar utente
Maniachouse
Maestro scultore
Maestro scultore
Messaggi: 4035
Età: 54
Iscritto il: 24/02/2011, 14:12

Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#1 Messaggioda Maniachouse » 18/03/2013, 9:39

salve a tutti.

settimana scorsa è stata molto interessnte riguardo nuove strategie di produzione e i loro costi.
iiprendendo il discorso da questo 3D...

viewtopic.php?f=39&t=2924&start=20

...avevo scritto che in pratica per realizzare delle minia in metallo... per la produzione i costi sarebbero stati esagerati.

quindi mi sono informato per bene sulla produzione in resina ;)
ci sono ottime possibilità di realizzare delle minia in modo professionale a costi abbastanza contenuti.
di fatto con i potenziali "30" acquirenti proposti da Fako si potrebbero avere minia al costo di circa 7,50 euro
un prezzo molto buono e con una qualitò di stampa molto elevata.
parliamo di stampa a perssione supportata anche da quella sottovuoto. : WohoW :

naturalmente la richiesta deve esserci... quindi per far partire tutto ci deve essere un interesse a largo raggio.
il prodotto non può interessare solo all'interno del forum.

in soldoni, il design deve essere il più generico possibile e la scala deve essere scelta in base al mercato odierno.

se guardiamo gli ultimi Kickstarter di successo le minia sono in scala 28 eroic. e specificano in modo chiaro 35mm. sotto ne trovate 3 dei più riusciti.

http://www.kickstarter.com/projects/poo ... th-monster

http://www.kickstarter.com/projects/159 ... thic-age-0

http://www.kickstarter.com/projects/wil ... tures-game

noi stessi quando proveremo a far ripartire il prodotto Mindstalkers useremo questo termine e le nuove minia saranno rapportate a questa dimensione.
anche se in effetti è già così, noi andiamo dai 32 ai 45 mm. delle minia umane più grandi.

torniamo ad Andrea... lui vuole partire con un proprio catalogo di miniature che comprende i 15 mm. e il 28 eroic. per poter stare in linea con le miniature emergenti odierne.
altrimenti dovrebbe infilarsi nel marasma dei 25-28 mm. e seguire le migliaia di case che ormai sono specializzate in questa misura.

a livello commerciale gli conviene entrare nella nuova generazione di minia piùttosto che scontrarsi con una miriade di case che che hanno cataloghi stracolmi di miniature in 28 puro.

voi cosa ne pensate?

potreste essere interessati a strepitose miniature in 28 eroic?

se si, cosa potrebbe interessare a livello di soggetti?

personalmente un paio di soggetti glieli proporrò pure io.per la gioia di alcuni del forum... : Lol : : Lol : : Lol : ;) :D

: Chef : money
Il pessimista è colui che trova sempre difficoltà nelle opportunità.
L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.

Passo dopo passo, crei il tuo universo personale.

My mind is my best weapon

Immagine

Avatar utente
fako
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5008
Età: 40
Iscritto il: 04/07/2011, 15:50
Località: Ponte S. Pietro (Bg)
Contatta:

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#2 Messaggioda fako » 18/03/2013, 9:58

se 28 eroic vuol dire poterle giocare affiancate alle gamesworkshop e alle reaper senza pensare che vengano da due mondi diversi

allora secondo me al prezzo di 7,5€ non possono restare invendute. E dico che non possono perchè sul mercato miniture singole, in resina a quel prezzo non si trovano.
E checche ne dicano i mettallari, la resina ben stampata garantisce una definizione dei dettagli decisamente superiore: Maverick vogliamo le ciglia!


Se parliamo di miniature taglia "medie" dunque umanoidi della stazza degli umani vorrei un set di eroi:

- Paladino/guerriero (armatura a scaglie)
- Ranger (ovvero il prototipo del ramingo: stivaloni al ginocchio, mantello con cappuccio, spada e arco, gibernaggi)
- Mago (qui però lo vorrei lontano dalla cappa/tunica/cappello a punta: vorrei un mago avventuriero insomma)
- ladro/assassino (hai presente assassind creed, secondo me il prototipo di assassino è così, al massimo lo vedrei con 2 armi come da scherma barocca: stocco/spada e pugnale nell'altra mano)

sono modelli un pò "scialbi" come innovazione, me ne rendo conto.
Vale forse la pena di trovare un "design" accattivante che non li perda nel marasma di guerrieri/magi/etc. del fantasy

EDIT: aggiungo la foto con un pò di scale:
Immagine

ecco questo 35 è unpochino grande (ma ha una mega basettona con zeppa) considerato che verrebbe più alto di KATO SICARIUS degli space marine, servirebbe giusto 3 mm di meno e andare sul 32
modellare piccoli mondi, viverli in miniatura
VAI ALLA MIA PHOTOGALLERY sui MINIMONDI di CAPOCHINO

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Maniachouse
Maestro scultore
Maestro scultore
Messaggi: 4035
Età: 54
Iscritto il: 24/02/2011, 14:12

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#3 Messaggioda Maniachouse » 18/03/2013, 11:04

appunto caro Fako... quello che chiedi tu lo trovi in mille salse diverse nelle mille+mille ditte che già producono minia del genere.

il prezzo di 7,50 circa va considerato per una minia base... senza particolari roboanti, tipo mantelli svolazzanti uniti a pose strabilianti... ;)
un arcere, uno spadaccino, un balestriere e via dicendo.

ma cmq. anche i personaggi importanti a piedi non dovrebbero superare i 8,50 - 9 euro.

a mio avviso a questo punto deve essere Andrea a proporre delle sue idee.

inoltre non farti trarre in inganno dal rettangolo che racchiude le minia... guarda le proprsioni del cawboy della Exodus rispetto al marine di korne accanto : WohoW : : WohoW : è più alto di almeno mezzo cm. nonostante il marine sia posto su una basetta più alta... : WohoW : ;) :D

loro nel link che ti ho postato scrivono che le loro minia sono alte 35 mm.

se si parla di 28 eroic moderno, si parla di minia che vanno dai 32 ai 35mm. (questa per me si chiama ipocrisia vera e propria.)

in media il sesso femminile umano è circa 32-33mm. mentre, il maschio umano va in media dai 33-34 ai 35-36mm. e oltre vedi personaggio molto alti.

inoltre per proporre delle produzioni, servono immagini che si avvicinino a ciò che si vuol proporre.

: Chef : money
Il pessimista è colui che trova sempre difficoltà nelle opportunità.
L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.

Passo dopo passo, crei il tuo universo personale.

My mind is my best weapon

Immagine

ospitaliere

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#4 Messaggioda ospitaliere » 18/03/2013, 11:18

riporto questa esperienza di kickstarter. Le misure sono oltre quelle proposte ma rispecchiano alcune figure standard richieste dai giocatori di ruolo nei loro 3D.
Poi invece se si pensa a un gioco nuovo o a supportare uno già esistente con modelli alternativi, questo è un altro discorso...

http://giganticminiatures.com/shop/

nell'offerta iniziale propone tutto il catalogo più la miniatura inedita del ladro ferito, a terra...
Qui i costi sono molto alti (13£) ma parliamo di una scala leggermente superiore.

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#5 Messaggioda Siventilcaotico » 18/03/2013, 11:23

Allora. Il 28 eroico fanno 32 mm. Se va a 35 è già grande. Considera che è la classica scala che si abbina a tutto, la stessa GW ha fatto nel tempo pezzi che se accostati tra loro fanno a pugni, il 32 va bene con tutto, anche con le più vecchie.

@Fako per i personaggi che vuoi tu, vai su Otherworld, hanno in programma di produrre di tutto di più per D&D come eroi.

http://www.indiegogo.com/projects/otherworld-miniatures-dungeon-adventurers?c=home&website_name=otherworldDA

Per il discorso acquirenti... sapete come la penso, e trattandosi di resina non posso essere dei vostri (e in tutta sincerità, nemmeno mi servono altri pg, nemmeno fossero di metallo ;) ).
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

Avatar utente
Capochino
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 15754
Età: 45
Iscritto il: 21/02/2010, 9:17
Località: Canegrate

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#6 Messaggioda Capochino » 18/03/2013, 11:31

Dico la mia, che è un po' quello che dice Maniac con una piccola aggiunta

Il mondo delle miniature è pieno zeppo di case che si dedicano più o meno intensamente alla realizzazione di eroi e mostri.
Andare a riproporre una scala già strautilizzata non è un bene se non si pensa a creare qualcosa che ancora non c'è ( molto molto poco ).
Sono due le cose da dover capire prima di proseguire il mio discorso

1) Sarà una nuova linea pensata per un gioco in particolare?
2) Sarà una nuova linea pensata per cercare di accontentare la maggior parte degli appassionati?

Se la risposta verte verso la prima allora non c'è molto da discutere, qualsiasi scala potrà andare bene
Se la risposta verte verso la seconda allora, secondo me, bisognerebbe cercare di stare non oltre i 30/32 mm

A mio avviso, nel mondo del gioco in 3D fantasy/medievale, non mancano gli erori ma i personaggi particolari come civili, popolani, gente morta, persone inferocite, schiavi, prigionieri, barboni, poveracci, mendicanti e tutta quella marmaglia di personaggi di contorno.
Sto parlando di gioco di ruolo in 3D e cioè una nicchia di mercato, non certo la massa ma occhio, la massa ha davvero bisogno di altri mostri o eroi?
ImmagineImmagine

Non si smette di giocare perché si diventa vecchi... ma si diventa vecchi perché si smette di giocare
Aforismi modellistici tratti dal forum
Spoiler: show
"Fare scenici è come cucinare: non sempre ti viene fuori un buon piatto" by Nedo

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#7 Messaggioda Siventilcaotico » 18/03/2013, 11:35

:good post: :good post: :good post: Capo ha fatto i compiti di marketing :D

Capochino ha scritto:A mio avviso, nel mondo del gioco in 3D fantasy/medievale, non mancano gli erori ma i personaggi particolari come civili, popolani, gente morta, persone inferocite, schiavi, prigionieri, barboni, poveracci, mendicanti e tutta quella marmaglia di personaggi di contorno.
Sto parlando di gioco di ruolo in 3D e cioè una nicchia di mercato, non certo la massa ma occhio, la massa ha davvero bisogno di altri mostri o eroi?


E questo è Vangelo...
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

Avatar utente
fako
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5008
Età: 40
Iscritto il: 04/07/2011, 15:50
Località: Ponte S. Pietro (Bg)
Contatta:

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#8 Messaggioda fako » 18/03/2013, 11:49

Siventilcaotico ha scritto::good post: :good post: :good post: Capo ha fatto i compiti di marketing :D

Capochino ha scritto:A mio avviso, nel mondo del gioco in 3D fantasy/medievale, non mancano gli erori ma i personaggi particolari come civili, popolani, gente morta, persone inferocite, schiavi, prigionieri, barboni, poveracci, mendicanti e tutta quella marmaglia di personaggi di contorno.
Sto parlando di gioco di ruolo in 3D e cioè una nicchia di mercato, non certo la massa ma occhio, la massa ha davvero bisogno di altri mostri o eroi?


E questo è Vangelo...


capo, ma a dire il vero basta comprare foundry o mirlinton (storico) e di personaggi comuni ne trovi a pacchi... figurati che io per il presepio ho avuto in mano decine di personaggi comuni, tra cui i classici villici con forcone, calmi e inferociti...
Se mai lo sbattimento è che devi comprare all'estero per avere cose particolari.

E' ovvio che se uno vuole produtte miniature, difficilmente farà qualcosa di nuovo nell'idea. Infondo un tizio armato è sempre un tizio armato, ma il design del pezzo fa la differenza (non fosse così non esisterebbero milioni di sedie diverse, milioni di quadri diversi, milioni di biro diverse).
Se vuoi strafare a tutti i costi con un design particolare rischi di dover dare una cosa tipo i tizi della kinghdom monster che tirano fuori pezzi tra il pulp e il porno decisamente malati
modellare piccoli mondi, viverli in miniatura
VAI ALLA MIA PHOTOGALLERY sui MINIMONDI di CAPOCHINO

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Maniachouse
Maestro scultore
Maestro scultore
Messaggi: 4035
Età: 54
Iscritto il: 24/02/2011, 14:12

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#9 Messaggioda Maniachouse » 18/03/2013, 11:59

Capochino ha scritto:Dico la mia, che è un po' quello che dice Maniac con una piccola aggiunta

Il mondo delle miniature è pieno zeppo di case che si dedicano più o meno intensamente alla realizzazione di eroi e mostri.
Andare a riproporre una scala già strautilizzata non è un bene se non si pensa a creare qualcosa che ancora non c'è ( molto molto poco ).
Sono due le cose da dover capire prima di proseguire il mio discorso

1) Sarà una nuova linea pensata per un gioco in particolare?
2) Sarà una nuova linea pensata per cercare di accontentare la maggior parte degli appassionati?

Se la risposta verte verso la prima allora non c'è molto da discutere, qualsiasi scala potrà andare bene
Se la risposta verte verso la seconda allora, secondo me, bisognerebbe cercare di stare non oltre i 30/32 mm

A mio avviso, nel mondo del gioco in 3D fantasy/medievale, non mancano gli erori ma i personaggi particolari come civili, popolani, gente morta, persone inferocite, schiavi, prigionieri, barboni, poveracci, mendicanti e tutta quella marmaglia di personaggi di contorno.
Sto parlando di gioco di ruolo in 3D e cioè una nicchia di mercato, non certo la massa ma occhio, la massa ha davvero bisogno di altri mostri o eroi?


presumo che Andrea voglia realizzare una sua linea per essere utilizzata in maniera generica...
ma se rimane nel caos dei 30 mm. si scontra con la concorrenza più agguerrita ed esperta.

noi siamo partiti oltre 7 anni fa con i 40 mm. e oggi il mercato ci dà ragione, il trend è quello... i 35 mm. e over ormai spopolano.

c'è sempre voglia di novità altrimenti non si spiegherebbero kickstarter milionari...

sentiamo cosa dice Andrea.

Ospi... quelli sino in 1/35 54 mm. circa ;) altra scala che sta salendo alla cronaca per gli skirmish ;) :D
Il pessimista è colui che trova sempre difficoltà nelle opportunità.
L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.

Passo dopo passo, crei il tuo universo personale.

My mind is my best weapon

Immagine

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#10 Messaggioda Siventilcaotico » 18/03/2013, 12:02

@Fako: sì, ma quelle indicate restano comunque le meno comuni, di eroi e mostri ce ne sono a pacchi.

@Maniac: o mi dice che devono essere generici e compatibili con tutto (vantaggi e svantaggi), o che deve essere una sua linea sul trend crescente dei 35 mm vantaggi e svantaggi) tutte e due le cose non si possono fare ;)
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

Dartel

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#11 Messaggioda Dartel » 18/03/2013, 13:09

Per me il problema dimensioni non sussiste più di tanto, se mi piace una minia me la prendo. In questo caso la dimensione mi convince e probabilmente proporrei alcuni modelli che ha in mente già Maniac riguardo a Mindstalkers, non giocando a D&D ma a MS a me interessano i personaggi per completare tutte le fazioni. :D

ospitaliere

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#12 Messaggioda ospitaliere » 18/03/2013, 13:30

Maniachouse ha scritto:presumo che Andrea voglia realizzare una sua linea per essere utilizzata in maniera generica...
ma se rimane nel caos dei 30 mm. si scontra con la concorrenza più agguerrita ed esperta.

noi siamo partiti oltre 7 anni fa con i 40 mm. e oggi il mercato ci dà ragione, il trend è quello... i 35 mm. e over ormai spopolano.

c'è sempre voglia di novità altrimenti non si spiegherebbero kickstarter milionari...

sentiamo cosa dice Andrea.

Ospi... quelli sino in 1/35 54 mm. circa ;) altra scala che sta salendo alla cronaca per gli skirmish ;) :D


Appunto. Intendevo più o meno quello detto da altri. Restare su una scala unica e generalizzarla come il 40 mm.
Lanciando possibili modelli in resina, magari con possibilità del multicomponente (teste e armamento, principalmente), avresti qualcosa di unico da proporre. Nel mondo dei 28-30-32-35 mm. c'è già davvero di tutto, anche cadaveri,mendicanti e quanto citato dal capo, anche se di difficile reperabilità.
Poi, ovviamente il mio discorso è un pò "egoistico" perchè io ho scelto da tempo quella strada e di tornare indietro non ci penso proprio, a costo di autoscolpirmi i modelli che mi servono... :D
Stò tenendo d'occhio le Gigantic perchè alcuni modelli sono alti 42 mm. e affiancarle alle tue potrebbe essere un esperimento interessante. Ti terrò informato. : Thumbup :

Avatar utente
dorbat
Scalpellino
Scalpellino
Messaggi: 1287
Età: 63
Iscritto il: 10/01/2013, 11:29
Località: valdengo BIELLA
Contatta:

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#13 Messaggioda dorbat » 18/03/2013, 14:08

io non faccio testo ma vorrei un 40 mm e li vorrei nelle forme più varie della vita quotidiana
se compri un templare è in atteggiamento da combattimento non lo puoi utilizzare in uno scenico con la normalità della vita quotidiana
non ho visto templari o ospitalieri in atteggiamento rilassato di guardia o di ronda (forse ci sono :))
se uno fà scenici penso che queste figure al momento nella scala 40 mm non ci siano, o si?
se si le comprerei volentieri per arricchire qualunque scenico

il fabbro, lo stalliere, la sarta, il bottegaio, il doge/re/governatore/principe/il nobile, il pirata o il comunissimo ladro

tutte figure che andrebbero ad arricchire qualunque situazione rendendola viva
assunto come apprendista
Immagine ImmagineImmagine

ospitaliere

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#14 Messaggioda ospitaliere » 18/03/2013, 16:31

dorbat ha scritto:io non faccio testo ma vorrei un 40 mm e li vorrei nelle forme più varie della vita quotidiana
se compri un templare è in atteggiamento da combattimento non lo puoi utilizzare in uno scenico con la normalità della vita quotidiana
non ho visto templari o ospitalieri in atteggiamento rilassato di guardia o di ronda (forse ci sono :))
se uno fà scenici penso che queste figure al momento nella scala 40 mm non ci siano, o si?
se si le comprerei volentieri per arricchire qualunque scenico


OT. Io Dorbat ho trovato questi in aggiunta a quelli di Maniac e pienamente compatibili...

http://www.firstlegionltd.com/40mmcrusades.aspx

Avatar utente
Ghullarat
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 8140
Età: 43
Iscritto il: 22/11/2010, 14:45

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#15 Messaggioda Ghullarat » 18/03/2013, 17:04

Mi associo a Capo e a Sivent, di mio ormai sono fuori perchè se posso compro sempre in metallo e nel massimo 32 mm....se no devo buttare 2000 miniature in piombo!!
Per me scala e resina sono già due fattori che scarto a priori,, e il prezzo tra svendite e sconti è per me alto, con la Reaper in fiera le ho pagate in metallo, meno!!
In resina dovrebbero in teoria costare meno, come farà appunto la Reaper, abbassando il prezzo confronto al metallo.
Poi anche io sono per avere POSE molto diverse, e gente normale....gli eroi almeno siano con torce in mano, o nell'atto di scalare, nuotare, o lanciare una fune,,,,o piegati a guardare un tesoro o con le mani nel forziere!!!!...e poi mostri, creature, quella fetta di creature che ancora manca. Cmq so che il mio è il discorso più di nicchia di tutti, ho solo espresso l'opinione di uno che cmq nella vita, confrontandosi con 1000 usufruitori di GDR e Boardgame, è uno dei pochissimi collezionisti di MINI!!!
RAS AL GHUL non è un mio parente!!!

Benvenuti su DungeoNext: https://www.facebook.com/DungeoNext?__mref=message_bubble
-------------------------------- -------------------------------- -------------------------------- -------------------------------- --------------------------------
Video Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=N2upPHIo8PU

ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Maniachouse
Maestro scultore
Maestro scultore
Messaggi: 4035
Età: 54
Iscritto il: 24/02/2011, 14:12

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#16 Messaggioda Maniachouse » 18/03/2013, 17:15

Ghullarat ha scritto:Mi associo a Capo e a Sivent, di mio ormai sono fuori perchè se posso compro sempre in metallo e nel massimo 32 mm....se no devo buttare 2000 miniature in piombo!!
Per me scala e resina sono già due fattori che scarto a priori,, e il prezzo tra svendite e sconti è per me alto, con la Reaper in fiera le ho pagate in metallo, meno!!
In resina dovrebbero in teoria costare meno, come farà appunto la Reaper, abbassando il prezzo confronto al metallo.
Poi anche io sono per avere POSE molto diverse, e gente normale....gli eroi almeno siano con torce in mano, o nell'atto di scalare, nuotare, o lanciare una fune,,,,o piegati a guardare un tesoro o con le mani nel forziere!!!!...e poi mostri, creature, quella fetta di creature che ancora manca. Cmq so che il mio è il discorso più di nicchia di tutti, ho solo espresso l'opinione di uno che cmq nella vita, confrontandosi con 1000 usufruitori di GDR e Boardgame, è uno dei pochissimi collezionisti di MINI!!!


sbagliato Ghull... le minia in resina in genere costano molto di più di quelle in metallo.
inoltre lo sfriso e le minia venute male in resina le si butta via, quelle in metallo le si ricicla... ;)

l'unico vantaggio della stampa in resina è la produzione che può essere anche molto bassa.
rispetto allo stampare in metallo, che impone cmq. un minimo abbastanza elevato di produzione, per ammortizzare gli inpianti.

: Chef : money
Il pessimista è colui che trova sempre difficoltà nelle opportunità.
L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.

Passo dopo passo, crei il tuo universo personale.

My mind is my best weapon

Immagine

Avatar utente
Ghullarat
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 8140
Età: 43
Iscritto il: 22/11/2010, 14:45

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#17 Messaggioda Ghullarat » 18/03/2013, 17:41

Giusto, scusa pensavo alla PLASTICA!!!...cmq per me peggio ancora, le mini in resina della GW per esempio fanno vomit...spero sia una resina migliore cmq!!!!
RAS AL GHUL non è un mio parente!!!

Benvenuti su DungeoNext: https://www.facebook.com/DungeoNext?__mref=message_bubble
-------------------------------- -------------------------------- -------------------------------- -------------------------------- --------------------------------
Video Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=N2upPHIo8PU

ImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Maniachouse
Maestro scultore
Maestro scultore
Messaggi: 4035
Età: 54
Iscritto il: 24/02/2011, 14:12

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#18 Messaggioda Maniachouse » 18/03/2013, 17:45

Ghullarat ha scritto:Giusto, scusa pensavo alla PLASTICA!!!...cmq per me peggio ancora, le mini in resina della GW per esempio fanno vomit...spero sia una resina migliore cmq!!!!


sualla qualità del materiali non si discute... : Thumbup :

ottima resina poliuretanica di qualità-
con eventuali rinforzi in ottone per parti potenzialmente troppo delicate.

: Chef : money
Il pessimista è colui che trova sempre difficoltà nelle opportunità.
L'ottimista è colui che trova sempre delle opportunità nelle difficoltà.

Passo dopo passo, crei il tuo universo personale.

My mind is my best weapon

Immagine

Avatar utente
maverick
Viandante
Viandante
Messaggi: 203
Iscritto il: 29/10/2012, 17:09

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#19 Messaggioda maverick » 18/03/2013, 18:23

era quasi scontato che ci fossero opinioni tanto diverse, se non riguardo il materiale,
sicuramente rispetto alla scelta di soggetti e dimensioni..
circa il materiale, la resina è l'unica strada praticabile in questo momento, NON
come ripiego, ma come risorsa per il produttore (in questo caso io), che permette
di ottenere un ottimo risultato con una spesa decisamente minore. voglio sottolinearlo, per me il risultato finale è di primaria importanza.
se decido di produrre in resina, il materiale sarà della massima qualità.
per la dimensione, con tutta probabilità opterò per un bel 35mm multipose, con vari
elementi aggiungibili.
sto ancora valutando l'ambientazione, anche se il fantasy mi sembra rimanga sempre la più
gettonata. non voglio riferirmi a un regolamento particolare, ma creare qualcosa di bello
che possa essere utilizzato da chiunque
Immagine

Avatar utente
fako
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5008
Età: 40
Iscritto il: 04/07/2011, 15:50
Località: Ponte S. Pietro (Bg)
Contatta:

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#20 Messaggioda fako » 18/03/2013, 19:57

maverick ha scritto:era quasi scontato che ci fossero opinioni tanto diverse, se non riguardo il materiale,
sicuramente rispetto alla scelta di soggetti e dimensioni..
circa il materiale, la resina è l'unica strada praticabile in questo momento, NON
come ripiego, ma come risorsa per il produttore (in questo caso io), che permette
di ottenere un ottimo risultato con una spesa decisamente minore. voglio sottolinearlo, per me il risultato finale è di primaria importanza.
se decido di produrre in resina, il materiale sarà della massima qualità.
per la dimensione, con tutta probabilità opterò per un bel 35mm multipose, con vari
elementi aggiungibili.
sto ancora valutando l'ambientazione, anche se il fantasy mi sembra rimanga sempre la più
gettonata. non voglio riferirmi a un regolamento particolare, ma creare qualcosa di bello
che possa essere utilizzato da chiunque


Secondo me devi abbassarti a 32-30, altrimenti finisci per scontentare tutti,per me sono enormi, per alcuni sono Minuscole perche hanno come riferimento il 40. Purtroppo non conosco nessuno che colleziona 35mm e ci gioca
modellare piccoli mondi, viverli in miniatura
VAI ALLA MIA PHOTOGALLERY sui MINIMONDI di CAPOCHINO

ImmagineImmagineImmagineImmagine

Avatar utente
Capochino
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 15754
Età: 45
Iscritto il: 21/02/2010, 9:17
Località: Canegrate

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#21 Messaggioda Capochino » 19/03/2013, 9:22

maverick ha scritto:..sto ancora valutando l'ambientazione, anche se il fantasy mi sembra rimanga sempre la più
gettonata. non voglio riferirmi a un regolamento particolare, ma creare qualcosa di bello
che possa essere utilizzato da chiunque


Mhm... io credo che se le minia debbano essere utilizzate da chiunque, quella scala è da evitare.

Un 35 mm non sta ne di qua e ne di là, è una scala a sè che potrebbe trovare si dei nuovi clienti ma che difficilmente potrà cambiare il sistema di gioco attualmente più giocato.

Vero che il 25 mm non esiste più ( se non la Mirliton ) il tutto si attesta dai 28/30 per arrivare ai 32.

Ripeto, se poi la scala dei 35 mm deve essere collegata ad un regolamento allora è un altro paio di maniche. Si acquista il gioco e si prendono le miniature.
Mindstalkers è in 40 mm, le miniature non si possono utilizzare per altri giochi ma un suo regolamento ce l' ha, funziona ed è giocato. Ci può stare.

Ma, a mio avviso, un 35 mm per "essere utilizzato da tutti" la vedo come darsi una bella mazzata sui piedi.
Mio personalissimo parere ;)
ImmagineImmagine

Non si smette di giocare perché si diventa vecchi... ma si diventa vecchi perché si smette di giocare
Aforismi modellistici tratti dal forum
Spoiler: show
"Fare scenici è come cucinare: non sempre ti viene fuori un buon piatto" by Nedo

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#22 Messaggioda Siventilcaotico » 19/03/2013, 9:35

Quoto Capo ancora una volta. "Essere usato da chiunque" e "35 mm" non vano d'accordo. A me che sono collezionista di vecchia data già il 32 crea qualche problema.
Te lo dico come docente di Marketing e come collezionista/giocatore. Funziona se come mindstalker si appoggia ad un sistema suo, funziona in maniera più risicata se vuoi farci (ma hai già detto di no) un set di eroi strepitosi, ma per quello che hai detto tu no. Poi ovviamente ognuno fa di testa sua, e questo è il problema.
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

ospitaliere

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#23 Messaggioda ospitaliere » 19/03/2013, 9:50

sarebbe bello,ma non obbligatorio,una specie di censimento ad hoc. senza tante chiacchere, ne tante giustificazioni, previsioni, eccetera, ogni membro del forum potrebbe fare un singolo post con sù scritto le seguenti info:

1- scala preferita (25, 28-30, 32, 35, 40 eccetera..)
2- tema preferito (fantasy classico, fantasy medioevale, fantasy a tema rinascimentale, fantascienza, gangster, pirati, western eccetera...)

poi Maverick può trascriversi i dati per conto suo e tirare le somme sulla direzione in cui muoversi...ovviamente questa specie di sondaggio andrebbe allargata anche su altri forum di miniaturisti...

Avatar utente
Siventilcaotico
Maestro d'opera
Maestro d'opera
Messaggi: 7047
Iscritto il: 21/03/2011, 16:47

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#24 Messaggioda Siventilcaotico » 19/03/2013, 9:55

Ottima idea Ospitaliere. Se fatto per bene, sulla maggior parte dei forum di pittori/giocatori/modellisti/collezionisti, maveric avrebbe subito il polso del mercato.
MORTE E DISTRUZIONE!!!
Immagine

Avatar utente
fako
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 5008
Età: 40
Iscritto il: 04/07/2011, 15:50
Località: Ponte S. Pietro (Bg)
Contatta:

Re: Miniature in resina e potenziale commercializzazione

#25 Messaggioda fako » 19/03/2013, 12:10

si, ma a parte la scala che come dicevo anche io ieri sera va messa in uno standard condiviso a meno che non si abbia in mente di aprere un nuovo mercato, se la tiratura per avere una serie è 30 acquirenti per ogni set da 4 miniature i 30 te li trovo io senza dover smuovere la rete.

L'idea era partita da questa mia domanda: "quanti pezzi devo vendere per farti fare una serie da 4 miniature?"
Se gli acquirenti sono 30, solo in questo forum ne trovi 10 (realisticamente), gli altri 20 li trovi facilmente: 10 probabilmente dal battage internettiano, 10 in vendita diretta (fiere, amici di amici, negozi fisici).

Se uno parte con le piccole serie, poi ogni volta che butta fuori qualcosa di nuovo cerca di allargare la cerchia, ma il passo va fatto.

Es. i Ns amici della clockworkl paladins, sono partiti con un nanetto test. Io l'ho preso per curiosità e per incentivare l'iniziativa che secondo me è, ed era già allora encomiabile. Io al Maverik 8 pipotti fantasy a 65€ li prendo.
modellare piccoli mondi, viverli in miniatura
VAI ALLA MIA PHOTOGALLERY sui MINIMONDI di CAPOCHINO

ImmagineImmagineImmagineImmagine


Torna a “Andrea Bellarte”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite